21 giugno 2017

LO SPAZIO TRA LE STELLE di Anne Corlett | Estratto #3



Buon pomeriggio lettori!

oggi vi propongo un estratto tratto da LO SPAZIO TRA LE STELLE di Anne Corlett.
Per recuperare i precedenti estratti dal primo capitolo passate su Bookspedia e Il Colore dei libri per leggerli ! ^-^


 LO SPAZIO TRA LE STELLE  di Anne Corlett

⭒ Romanzo ⭒ leggereditore ⭒ Pagine: 312 ⭒  
Disponibile dal 15 giugno 2017



TRAMA: Tutto ciò che Jamie Allenby ha sempre desiderato è avere spazio intorno a sé, in cui sentirsi finalmente libera. Per questo ha abbandonato la Terra, sovrappopolata e claustrofobica, rifacendosi una vita in un mondo di frontiera, ai bordi della civiltà. Quando però un virus dilagante colpisce l’umanità, annientandola e lasciandone solo un vago ricordo, Jamie si ritrova definitivamente sola, finché un messaggio giunto dalla Terra accende in lei una flebile speranza... Chi è il suo autore? Forse l’amato Daniel? Jamie non può saperlo, ma il desiderio di scoprirlo la spinge a trovare ad ogni costo un modo per tornare indietro. Nel ripercorrere a ritroso i fili che legano la propria esistenza, Jamie incontrerà altri uomini alla ricerca della Terra, impegnati come lei in un’avventura irta di pericoli e minacce. I sopravvissuti, reietti intenzionati a proseguire lungo il cammino che ha condotto l’umanità alla perdizione, minacciano infatti di vanificare il loro prezioso inizio… Il viaggio di Jamie verso casa la aiuterà a chiudere la distanza tra chi è diventata e chi è destinata a essere. Ma si può davvero fuggire da un passato turbolento e abbracciare un futuro ricco di speranza? La storia di una donna che deve affrontare il vuoto dell’universo e del suo cuore.


Affollavano gli ospedali. Morivano nelle sale d’attesa.
Abbracciavano le persone amate, restavano vicine ai propri bambini.
E il morbo si scatenava allegramente, bruciando volontà e pensieri, incendiando la carne, per passare poi alle ossa; alla fine non restava che polvere, nessun corpo su cui piangere.
Polvere eri, pensò Jamie, issandosi lentamente su un gomito. Il sole stava scendendo sotto il bordo superiore della finestra, illuminando l’interno dell’unica stanza della casa colonica che negli ultimi tre mesi era stata casa sua. Era un’abitazione montabile standard, arrivata come parte del bagaglio consentito di una famiglia di coloni al tempo in cui le prime navi avevano attraversato il vuoto. Le faceva male la testa e la bocca era così secca che avrebbe benissimo
potuto essersi trasformata in polvere anche lei. Li aveva forse inspirati, i morti? Li aveva dentro di sé in quel momento, incollati alla gola, e magari in attesa di una parola fortuita che avrebbe potuto restituire loro un’eco di vita?
Novantanove virgola nove nove nove nove percento.
Con uno strattone si ritrasse dal precipizio che si apriva appena oltre quel pensiero. Poteva essere diverso lì. Erano stati messi in guardia.
E non vivevano ammassati l’uno sull’altro come nei mondi centrali.
Però... il silenzio.
Qualcosa le si impigliò in gola e tossì, poi sentì un conato di vomito e si piegò su sé stessa.
Acqua.
Il pensiero divenne subito un bisogno incalzante, dotato di forza sufficiente a gettarla oltre il bordo del letto, facendola finire riversa sul pavimento in pietra. Si drizzò aggrappandosi forte al letto, poi attraversò la stanza, muovendosi impacciata con piedi che sembravano di piombo. Quando raggiunse il lavandino lo strinse con entrambe le mani. Lo specchio di fronte a lei era deformato e velato. La distorsione l’aveva sempre disturbata, il modo in cui assorbiva i suoi lineamenti e li deformava se si voltava troppo velocemente. Ma quel giorno la superficie velata era un sollievo. Non le serviva alcuna immagine riflessa per sapere come si era ridotta. Si sentiva rattrappita, tirata oltre misura sulle proprie ossa, i capelli scuri le ricadevano flosci e privi di vita sulle spalle, la pelle olivastra era divenuta di una tonalità giallo sbiadito.
Il rubinetto sputacchiò fuori un tenue zampillo che crebbe fino a diventare un getto regolare. Si bagnò il viso, l’acqua fredda costrinse le ombre a tornare nei recessi della sua mente, non lasciando più niente in cui nascondere l’impietosa statistica.
I morti erano il novantanove virgola nove nove nove nove percento.
Dieci miliardi di persone disseminate nello spazio.

Lo zero virgola zero zero zero uno percento di dieci miliardi.



Abbiamo una sorpresa per voi...
Una copia del romanzo cerca casa!!
Per provare a vincerla vi basta compilare il form che trovate qui di seguito, in bocca al lupo ! :D

Avete tempo di partecipare dal 19 al 25 giugno




Continuate a seguirci!!




Vi aspettiamo il 23 giugno con qualche curiosità sul romanzo! ❤

Che cosa ne pensate dell'estratto?

BUONE LETTURE,

9 commenti:

  1. mmm molto interessante questo estratto, voglio saperne di più!
    spero di leggerlo presto ;)
    Luigi Dinardo
    luigi8421@yahoo.it

    RispondiElimina
  2. Terzo estratto da mozzare il fiato, sono troppo brevi T.T Voglio assolutamente leggere questo libro mi fa impazzire sia lo stile che trama <3

    RispondiElimina
  3. Che begli estratti *-* Voglio leggere questo librooo

    RispondiElimina
  4. Wow, anche questo estratto è bellissimo ❤
    Ti lascia addosso tanta curiosità, non vedo l'ora di leggere questo libro... le parole di quest'autrice stanno diventando vitali per me ❤
    I primi 3 estratti che ho letto mi hanno emozionato, davvero una storia fuori dal comune...
    Da leggere al più presto, non vedo l'ora di scoprire gli altri estratti ❤

    Partecipo al BlogTour e al Giveaway ❤
    Di seguito vi elenco tutte le regole che ho rispettato nel form :)
    Seguo tutti i blog partecipanti al BlogTour con il nome: Elysa Pellino
    La mia email: mora_1993_@hotmail.it
    Ho il mi piace alla pagina " Leggereditore " su Facebook con il nome: Elysa Pellino
    Ho condiviso questa tappa su Facebook in modalità ( PUBBLICA ) taggando la pagina del blog " Lily's Bookmark - Blog Letterario "
    LINK CONDIVISIONE: https://www.facebook.com/elysa.pellino/posts/10210351061546664
    - Ho completato il form in tutti i suoi campi :)
    ( Ho commentato e condiviso le tappe precedenti, in attesa delle altre )
    Grazie per la partecipazione!!
    Buona Fortuna a Tutti ❤

    RispondiElimina
  5. Questo Estratto è stupendo :-))))
    Ho messo il libro nella mia wishlist <3

    RispondiElimina
  6. I morti erano il novantanove virgola nove nove nove nove percento.
    Dieci miliardi di persone disseminate nello spazio.

    Lo zero virgola zero zero zero uno percento di dieci miliardi.

    wow questo estratto è molto angosciante... scritto peraltro benissimo cavolo... mi sembrava di essere la protagonista... <3 . <3 mi sa che questo romanzo merita eccome... <3 ottima scelta...
    ti seguo con la mail eloisa23@hotmail.it lettore fisso eleonora magnotta, stesso nome che uso per fb... condiviso qui https://www.facebook.com/eloisa23/posts/10213298178279360

    grazie dell'opportunità...

    RispondiElimina
  7. Sono bellissimi questi estratti. Grazie dell'opportunità 😉

    RispondiElimina
  8. Sono bellissimi questi estratti. Grazie dell'opportunità 😉

    RispondiElimina
  9. Non vinco mai niente... anche perché non partecipo mai xD ma a questo non so resistere!

    RispondiElimina

Ogni commento è per me come un pizzico di polvere fatata ... Grazie! ♡

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...