11 ottobre 2016

THREE DARK CROWNS di Kendare Blake | New BOOK to MARK


Rubrica ideata da me, il cui titolo gioca con il nome del blog stesso: "BOOK" e "MARK".
In questo appuntamento settimanale troverete le novità in libreria da non perdere e da aggiungere alla vostra Wishlist!

Miei cari Bookworms,
ben trovati!  
L'appuntamento di questa settimana con la mia rubrica New BOOK to MARK è dedicato a THREE DARK CROWNS di Kendare Blake (l'autrice di Anna vestita di Sangue), un fantasy Young Adult uscito il 20 settembre in America.

Sabato sono stata in libreria e appena entrata ho subito avvistato una copia di Three Dark Crowns  e come potevo non mettermi a sfogliarlo? Insomma, da quelle poche pagine che ho letto mi sono incuriosita e ho pensato di condividere con voi l'incipit (trovate i primi tre capitoli in inglese su Epicreads.com) e chiacchierare così insieme delle prime impressioni. 
Se lo avete letto, fatemi sapere che cosa ve ne pare! :3

Informazioni e Trama

Titolo: THREE DARK CROWNS
Autore: Kendare Blake
SerieThree Dark Crowns #1
Editore: HarperTeen
Data di pubblicazione: 20 settembre 2016
Lingua: inglese
TRAMA:
Ogni generazione, sull'Isola di Fennbirn, nascono tre gemelle: tre regine, tutte ugualmente eredi alla corona e ognuna in possesso di un ambito potere. Mirabella è un feroce dominatrice degli elementi, capace di far scatenare fiamme affamate o violenti temporali schioccando le dita.
Katharine è una avvelenatrice, una che può ingerire i veleni più mortali senza nemmeno un mal di stomaco. Arsinoe, una naturalista, si dice che abbia l'abilità di far fiorire le rose più rosse e controllare i più feroci dei leoni.
Ma diventare Regina non è solo una questione di nascita. Ogni sorella deve combattere per diventarlo. E non è solo un gioco di vincita o perdita... è questione di vita o di morte. La notte in cui le sorelle compiono sedici anni, la battaglia inizia. L'ultima regina a rimanere in vita ottiene la corona.
Se solo fosse così semplice. Katharine è incapace di tollerare anche il più leggero dei veleni, e Arsinoe, per quanto si sforzi, non riesce nemmeno a far crescere un'erbaccia. Le due regine hanno vergognosamente finto di avere dei poteri, assicurandosi che nessuna delle due, l'isola e la loro potente sorella Mirabella ne venga a conoscenza. Ma con la formazione di alleanze, tradimenti all'orizzonte e spietate vendette che seguono ogni movimento delle regine, una cosa è certa: l'ultima regina che rimarrà in piedi potrebbe non essere quella più forte... ma quella più oscura.

Tre oscure regine
sono nate in una valle,
tre dolci piccole gemelle
che non saranno mai amiche.
Tre oscure sorelle
tutte belle da vedere,
due da divorare
e una da far regina.

Il sedicesimo compleanno delle Regine

21 Dicembre
Quattro mesi prima di Beltane.

GREAVESDRAKE MANOR

Una giovane regina sta in piedi, scalza, su un blocco di legno con le braccia spalancate. Ha solo una leggera biancheria intima e i lunghi capelli neri che scendono sulla sua schiena. Ogni oncia della forza nella sua sottile figura è necessaria per farle tenere alto il capo e dritte le spalle.

Due donne alte circondano il blocco di legno. Le loro dita tamburellano contro le braccia incrociate e i loro passi echeggiano sul freddo pavimento di legno duro.
"E' tanto magra che le si vedono le costole," dice Genevieve, e le colpisce leggermente, come se potesse spaventarle e farle arretrare un po' sotto la pelle. "Ed è così piccola. Le Regine piccole non ispirano molta fiducia. Gli altri nel Consiglio non smettono di sussurrare questo."

Studia la regina con disgusto, i suoi occhi si fermano su ogni imperfezione: le sue guance scavate, la sua pelle pallida. Le croste provocate dal contatto con il veleno di quercia che ancora segna la sua mano destra. Ma niente cicatrici. Sono sempre stati attenti a non provocarle.
"Alza le braccia," dice Genevieve, e si volta facendo perno sui talloni.
La regina Katharine lancia uno sguardo verso Natalia, la più alta e anziana delle due sorelle Arron, prima che lei lo faccia. Natalia fa cenno di sì con la testa, e il sangue torna a scorrere nelle dita di Katharine.
"Dovrà indossare dei guanti stanotte," dice Genevieve. Il suo tono inconfondibilmente critico. Ma è Natalia a stabilire l'allenamento della regina, e se Natalia vuole strofinare le mani di Katharine con del veleno di quercia una settimana prima del suo compleanno, allora lo fa.

Genevieve solleva una ciocca di capelli di Katharine, poi li tira forte.
Katharine stringe gli occhi.
E' stata punzecchiata continuamente dalle mani di Genevieve da quando è salita sul blocco. Strattonandola così bruscamente tanto da sembrare che Genevieve volesse farla cadere giusto per rimproverarle i lividi.
Genevieve le tira di nuovo i capelli.
"Almeno non sta cadendo. Ma quanto possono essere spenti i capelli neri? Ed è ancora così tanto piccola."
"E' la più piccola delle tre gemelle e la più giovane," dice Natalia con la sua voce calma e profonda. "una cosa che, Sorella, non puoi cambiare."

Quando Natalia fa un passo in avanti, è difficile per Katharine non lasciare che i suoi occhi la seguano. Natalia Arron è quanto più vicino ad una madre potrà mai conoscere. Era tra le sue gonne che Katherine andava a rifugiarsi a sei anni, nella lunga strada dal Cottage Nero fino alla sua nuova casa Greavesdrake Manor, singhiozzando dopo essere stata separata dalle sue sorelle.
Non c'era niente di regale in Katharine quel giorno. Ma Natalia l'aveva lasciata stare. Aveva lasciato che Katharine piangesse e si rovinasse il vestito. Le aveva accarezzato i capelli.
E' uno dei primi ricordi di Katharine.
La sola ed unica volta in cui Natalia le abbia permesso di comportarsi come una bambina.
Nell'obliqua, indiretta luce del salotto, la crocchia biondo ghiaccio di Natalia sembra quasi argento. Ma non è anziana. Natalia non lo sarà mai. Ha troppo lavoro da fare e troppe responsabilità per permetterlo. E' il capo della famiglia di avvelenatori Arron e il più potente dei membri del Consiglio Nero.
Sta crescendo la loro nuova regina.
[...]
"Ti stai riposando?" chiede.
"Si, Natalia," risponde Katharine.
"Nient'altro che acqua e porridge annacquato?"
"Nient'altro."

Niente da mangiare per giorni, e potrebbe non essere abbastanza. Il veleno che dovrà consumare, il minuscolo ammontare di esso, potrebbe prevalere sull'allenamento di Natalia. Certo, non sarebbe nulla se il dono di avvelenatrice di Katharine fosse forte.
Che cosa ne pensate?

Buone Letture,

2 commenti:

  1. Io l'ho ricevuto nella scatola di settembre di Owlcrate. Non vedo l'ora di poterlo leggere *.*

    RispondiElimina

Ogni commento è per me come un pizzico di polvere fatata ... Grazie! ♡

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...