5 febbraio 2016

LA MOGLIE DEL CALIFFO di Renée Ahdieh | Recensione

Carissimi Bookworms, ben trovati!
Oggi vi lascio una nuova recensione per  LA MOGLIE DEL CALIFFO  di Renée Ahdieh, primo capitolo di una duologia. Si tratta di uno dei romanzi più apprezzati in America lo scorso anno e finalmente giunto anche nelle nostre librerie il 4 febbraio.
Vi dico solo che questo romanzo mi ha tenuto sveglia fino a tardi... dovevo finirlo a tutti i costi!! Me lo sono divorato in poco più di due giorni (quasi un record per me XD).
La recensione è priva di spoiler, quindi leggete in tranquillità e fatevi tentare dalla splendida cover e dalla sua trama! 
---> Vi ricordo che è in corso il blog tour dedicato a La Moglie del Califfo e partecipando potreste vincere una copia cartacea del romanzo! (cliccate sul banner nella colonna di sinistra per saperne di più)

Ringrazio immensamente la Casa Editrice Newton Compton per avermi dato la straordinaria opportunità di poter leggere il libro in anteprima.

Informazioni e Trama

Titolo: La Moglie del Califfo
Autore: Renée Ahdieh
Serie: The Wrath and The Dawn #1
Editore: Newton Compton Editori
Data di pubblicazione: 4 febbraio 2016
Lingua: italiano
TRAMA: Ogni volta che il sole cala sul regno di Khalid, spietato califfo diciottenne di Khorasan, la morte fa visita a una famiglia della zona. Ogni notte, infatti, il giovane tiranno si unisce in matrimonio con una ragazza del luogo e poi la fa uccidere appena sorge il sole, dopo aver consumato le nozze. Ecco perché tutti restano sorpresi quando la sedicenne Shahrzad si offre volontaria per andare in sposa a Khalid. In realtà, ha un astuto piano per spezzare quest’angosciosa catena di terrore, restando in vita e vendicando la morte della sua migliore amica e di tante altre fanciulle sacrificate ai capricci del califfo. La sua intelligenza e forza di volontà la porteranno a superare la notte, ma pian piano anche lei cadrà in trappola: finirà per innamorarsi proprio di Khalid, scoprendolo molto diverso da come appare ai suoi sudditi. E Shahrzad scoprirà anche che la tragica sorte delle ragazze non è stata voluta dal principe. Per lei ora è fondamentale svelare la vera ragione del loro assurdo sacrificio per spezzare una volta per tutte questo ciclo di morte.

Vivrò abbastanza da vedere il sole tramontare domani.
Non farò errori. Giuro che sopravviverò per tutti i giorni che ci vorranno.
E ti ucciderò.
Con le mie mani.

Ogni notte il diciottenne Califfo del Khorasan, Khalid, sposa una ragazza del luogo, per poi ucciderla la mattina seguente, dopo aver consumato le nozze. Quando viene uccisa Shiva, Shahrzad decide di offrirsi volontariamente in sposa al sovrano per poter vendicare la morte della sua migliore amica e spezzare quella catena di terrore.
Grazie al suo coraggio e alla sua mente brillante, Shazi riesce a sopravvivere alla prima notte.
Il piano della ragazza per porre fine al regime di morte e violenza del giovane tiranno è ingegnoso, ma rischia di frantumarsi: Shahrzad aveva calcolato tutto, tranne di innamorarsi di Khalid e di scoprirlo profondamente diverso da come tutti lo dipingono.

Il mistero avvolge il Sovrano e le motivazioni che lo hanno spinto a mettere in atto quella serie di omicidi…

Desideravo leggere La Moglie del Califfo di Renée Ahdieh fin dalla sua uscita l’anno scorso. Poi, come spesso succede, le letture si accavallano e si sceglie di mettere da parte un libro piuttosto che un altro. Questo è stato il caso del romanzo della Ahdieh con l’affascinante titolo originale The Wrath and the Dawn, ossia “L’ira e l’Alba”. Fortunatamente la pubblicazione italiana e il bel blog tour organizzato da Susi di Bookish Advisor, al quale partecipo anche io, hanno fatto si che finalmente riuscissi a leggerlo.

La Moglie del Califfo nasce come retelling delle Mille e una Notte, del quale conserva l’affascinante espediente del racconto nel racconto, reinterpretando però le fiabe della tradizione araba (e non solo) in chiave rinnovata. Il mix tra elementi conosciuti ed inediti rendono uniche le storie raccontante da Shazi nel cuore delle notte al suo Califfo, incastrandosi perfettamente nel tessuto della storia principale con allusioni più o meno velate agli eventi appena trascorsi.
Delle Mille e una Notte l’autrice recupera inoltre la suggestiva ambientazione mediorientale regalandoci un ritratto molto vivido del palazzo del Califfo con i suoi marmi lucidi, le tende di mussola, la seta colorata degli abiti e il cibo tradizionale. Un’atmosfera lussuosa e magica capace di far sognare ad occhi aperti.

“Tenetelo sempre con voi. È un tappeto molto speciale. Quando vi sentirete smarrita, vi aiuterà a ritrovare la strada di casa», disse, con un luccichio malizioso negli occhi.
Shahrzad prese il fagotto e lo tenne stretto a sé.
Musa allungò una mano e la posò sulla sua guancia.
«Lasciate che vi porti dove il vostro cuore desidera andare».”

Fin dai primi capitoli capiamo che la magia non si respira solo nelle descrizioni, ma è un elemento rilevante all’interno del romanzo. Rilevante, ma non centrale. La Moglie del Califfo, infatti, ha molto poco di un romanzo fantasy: è vero la magia esiste nel mondo descritto dall’autrice e credo che avrà un ruolo fondamentale nel secondo volume della Duologia, ma non nel primo. La presenza di una forza sovrannaturale passa a volte in secondo piano, ed è lasciata spesso solo intuire al lettore, senza svelarne la vera natura. Forse proprio questo non detto, la rende tuttavia ancor più misteriosa, inquietante  e irresistibile. 

La moglie del califfo di Renée Ahdieh è un’incantevole storia d’amore, nata da un profondo desiderio di vendetta. Si sa, la linea che divide l’odio e l’amore è molto sottile e per oltrepassarla basta una frazione di secondo. Tuttavia, superare i pregiudizi, i sensi di colpa e del dovere nei confronti di coloro che non ci sono più, non è semplice. Shazi è costantemente combattuta tra il dover vendicare la sua migliore amica e l’attrazione che sente nei confronti di Khalid. Da parte sua, Khalid ha un passato oscuro e un fardello che grava sulle sue spalle, un pesante macigno che rischia di schiacciarlo. Entrambi dovranno imparare a fidarsi l’uno dell’altro e a riconoscere il vero aspetto dell’anima altrui e non quella dipinta dai pettegolezzi.

“Dopotutto, c’è una storia dietro ogni storia”

Per quanto riguarda la spinosa questione del triangolo amoroso che affligge la maggior parte della letteratura YA, penso di non considerare un vero e proprio triangolo quello che la Ahdieh vuole proporci. Prima di offrirsi volontaria alle nozze con il Califfo, Shazi dice di essere fin da bambina innamorata di Tariq, il figlio di un emiro. Tuttavia, le interazioni tra i due provano, a mio parere, che la loro sia più una profonda amicizia che vero e proprio amore.

In conclusione, sarà che ultimamente sono in fissa con i retelling o che fiabe come quella di Aladdin siano tra le mie preferite… fatto sta che la Ahdieh mi ha sopreso e rapita tra le pagine del suo romanzo.
La moglie del Califfo di Renée Ahdieh incanta il lettore come solo una storia ben raccontata è capace di fare, grazie ad una tensione mantenuta sempre costante, raggiungendo l’apice nel finale con un concentrato d’azione che s’interrompe – ahimé – con un cliffhanger… lasciando con con il fiato sospeso e un grande desiderio di risposte.

Rating in Segnalibri
4.5
Un amore intenso nato dall’odio e marchiato dalle colpe del passato, avvolto da magiche atmosfere arabeggianti.
Che cosa ne pensate?
Lo avete letto o avete intenzione di leggerlo?

Buone Letture,

27 commenti:

  1. Piace a tutti *-* sono troppo curiosa!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. É davvero un bel libro! Spero piaccia anche a te :D

      Elimina
  2. Ho letto solo bellissime recensioni su questo libro. Lo leggerò di sicuro, spero tanto di riuscire a passare in libreria nel week end perchè sono davvero curiosa^^ E poi le mille e una notte mi ha sempre affascinata..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh si, le Mille e una Notte hanno sempre un certo fascino ! *-*
      Se lo leggi, poi fammi sapere che cosa ne pensi! :D

      Elimina
  3. Bella recensione! Anche a me è piaciuto come lettura! ^^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie ! ♡ è proprio un bel libro ^-^

      Elimina
  4. Con le tue recensioni riesci sempre a convincermi di leggere un libro sul quale avevo qualche perplessita èwè come cavolo fai?
    Prima Rebel e ora il libro TW&TD. o.ò
    *grabby hands*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ahahah!! *potere della persuasione, vieni a me!* XD
      Sono felice di averti incuriosito e spero anche che ti piaccia! ♡

      Elimina
  5. Mi ispira tantissimo, e fino ad ora ho letto solo recensioni positive :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. leggilo, leggilo e fammi sapere !! :D

      Elimina
  6. Risposte
    1. è un bel libro e spero che tu riesca a leggerlo presto! :D

      Elimina
  7. Sono felice che ti sia piaciuto! Ho letto The Wrath and the Dawn un anno fa e mi aveva completamente rapita: adoro i personaggi, l'ambientazione, lo stile della Ahdieh e tutto quanto! *_* L'ho amato così tanto che sono terrorizzata all'idea che il secondo volume possa deludermi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Esatto!! TWATD fa questo effetto... lo inizi e non riesci a far a meno di leggere e finirlo ! *-*
      Spero tanto che il secondo sia altrettanto bello! *fingers crossed*

      Elimina
  8. Che bella recensione, Lily *-*
    Questo libro mi ispira da morire, ho adorato Le Mille e Una Notte e spero che questo retelling riuscirà a conquistarmi *-*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazieee Mel !! ♡♡♡
      Spero tanto che possa piacerti *_*

      Elimina
  9. Bella recensione!sono sempre più interessata a leggerlo:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Chicca! leggilo, leggilo non te ne pentirai :D

      Elimina
  10. Voglio assolutamente leggere questo libro!
    E' nella mia TBR da praticamente il momento in cui ho letto la trama, mesi prima che uscisse, ed ancora non mi sono decisa a prenderlo in mano e cominciarlo. GRAVE!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Frannie leggilo... secondo me potrebbe piacerti! *-*

      Elimina
  11. Ciao! Ho appena scoperto il tuo blog e mi piace moltissimo. Sto leggendo questo libro in ebook e lo trovo favoloso, le tue parole non possono che convincermi che ho ragione! Grazie per averla scritta e averla condivisa con tutti noi ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Glinda, benvenuta!! ♡
      Grazie a te.
      Questo libro rapisce come pochi, spero di leggere presto il tuo parere! :D

      Elimina
  12. Sto leggendo anch'io il liro in questi giorni e che dire...è davvero difficile staccarsi dalle sue pagine *^* È sicuramente un romanzo affascinante...ti farò sapere presto cosa ne penso :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Una volta iniziato è impossibile smettere di leggerlo, vero?! *-*
      Non vedo l'ora di leggere la tua recensione! :D

      Elimina
  13. Grandissima Lily, questo libro è davvero magico, mamma mia non vedo l'ora di mettere le mani sul secondo volume! <3

    RispondiElimina
  14. Bella recensione, Lily! Sono contenta sia riuscito a conquistare anche te. Io l'ho proprio amato *-* Una delle mie migliori letture del 2015. Concordo su tutto ciò che hai detto, la magia c'è, si sente, ma non è ancora protagonista. Di questo primo capitolo penso che il vero protagonista siano i rapporti tra i vari personaggi. Quello tra Shazi e Khalid, in particolare, l'ho trovato splendido :) Non vedo l'ora di poter leggere il seguito :D

    RispondiElimina
  15. Non vedo l'ora di leggerlo! Ormai la mia curiosità è alle stelle! Complimenti per la recensione! Un abbraccio Maria

    RispondiElimina

Ogni commento è per me come un pizzico di polvere fatata ... Grazie! ♡

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...