10 gennaio 2016

Spotlight on... THE MATCH di Irene Colabianchi - LA DAMA IN GRIGIO di Antonia Romagnoli


Carissimi Bookworms,
nell'appuntamento di questa settimana della rubrica Spotlight on... nella quale vi presento romanzi di autori italiani autopubblicati o emergenti, vorrei parlarvi di THE MATCH di Irene Colabianchi e LA DAMA IN GRIGIO di Antonia Romagnoli.

Dopo Failure to Queen, Irene Colabianchi torna con il secondo capitolo della trilogia Boogeyman Saga intitolato  The Match.
Informazioni e Trama

Titolo: The Match
Autrice: Irene Colabianchi
Serie: Boogeyman Saga (#2)
Genere: Fantasy Romance (YA)
Data d'uscita: 20 dicembre 2015
Prezzo: 3.99€
AMAZON
Disponibile in ebook in tutti gli store online, mentre per il cartaceo potete contattare l'autrice scrivendo alla sua email irecola999@gmail.com o sulla sua pagina facebook.
Trama: 
Elliott e Crystal hanno sfidato la Scacchiera Nera e la Regina è pronta a vendicarsi. 
La vita della giovane ragazza, ora, è un turbine di pericoli e di sorprese inaspettate, costretta a vivere in una nuova realtà difficile e letale. La scoperta dell’oscura e brutale natura di Elliott, ha stravolto completamente ciò in cui credeva. 
Elliott è ormai completamente preso dalle emozioni ritrovate nella sua anima nera e che condivide con Crystal, la ragazza di cui si è innamorato. Ed è disposto a rinnegare se stesso e andare contro il suo Re, per lei. 
Anche i suoi amici li sostengono nella guerra che si sta scatenando: le ombre dell’Uomo Nero sono state incaricate di uccidere i due amanti e l’oscurità non è mai stata così spaventosa. 
E quando sembra che la realtà abbia raggiunto una sua stabilità, una nuova e sconvolgente rivelazione stravolgerà per sempre l’equilibrio che si era creato e Crystal dovrà fare i conti con una verità che la madre le ha sempre tenuto nascosta. 
La partita continua e giocare a scacchi non è mai stato così pericoloso…
Sarete pronti a difendervi dalla Regina Nera?
Booktrailer



“Ci vuole qualcosa di meglio del ghiaccio” sussurra posandomi un bacio sul mento. “Qualcosa di più dolce”.

Le sue labbra si spostano gentili, baciandomi nei punti in cui mi fa più male, dandomi sollievo e piacere. Mi afferra le cosce, legandole alla sua vita e attirandomi a sé, sprigionando una serie di sensazioni, che percorrono la mia schiena e si diffondono nel basso ventre. Si sposta sul livido causato dalla pallottola di vernice che mi ha sparato proprio lui sulla spalla, nel bosco, e gli dedica la stessa tenerezza. “Hai una pelle bellissima, cristallo”. Mi fa il solletico con la sua barba. “E morbida”.

Sorrido giocherellando con i suoi capelli. “Grazie”.

“Grace si sta convincendo che per il tuo bene e la tua incolumità dovrei lasciarti andare”. Alza gli occhi che ardono su di me e mi bacia, con passione.


“Non riesco proprio a pensare di lasciarti andare. Devo proteggerti, ci tengo a te e lottare significa proprio questo: resistere anche se tutto sembra andare a rotoli. Ho detto a Grace che quando tieni a qualcuno quello che pensi sia l’ultimo tentativo è sempre il penultimo”. 
Il secondo romanzo sul quale vorrei attirare la vostra attenzione è il romanzo storico LA DAMA IN GRIGIO di Antonia Romagnoli. Ha una cover bellissima e una trama interessante *-*


Informazioni e trama

Titolo:  LA DAMA IN GRIGIO
Autore: Antonia Romagnoli
Data di pubblicazione: 12 dicembre 2015
TRAMA: Inghilterra, 1807
Dopo aver rifiutato uno sgradito pretendente, Joanne viene spedita dal padre a casa di una  zia, nella speranza che l’esilio la convinca ad accettare la proposta.
A Trerice, però, Joanne trova alleati imprevisti: per prima la zia, e in seguito il padrone della tenuta in cui la donna vive. Sir Russel, infatti, è legato al fratello di lei da un antico debito d’amicizia e, in combutta con quest’ultimo, raccoglie nell’antica dimora di famiglia un gruppo di importanti ospiti: la scusa è quella di un’esperienza sensazionale in una villa infestata da noti fantasmi, l’obiettivo è quello di permettere a Joanne di trovare in fretta un miglior fidanzato e sfuggire alle trame del padre e del suo anziano socio.
Quello che inizia come un tranquillo soggiorno, però, diventa piuttosto movimentato: Trerice Manor, infatti, sembra aver scelto la giovane donna come fulcro delle proprie manifestazioni soprannaturali.
Joanne dovrà destreggiarsi, nella sua caccia al marito, tra i fenomeni misteriosi della casa, i propri scabrosi segreti e la crescente attrazione che prova per sir Russel, scostante e attraente gentiluomo, determinato a restare celibe per tutta la vita.
 L’alito era la cosa peggiore.
Joanne cercava disperatamente di non inalare il respiro emanato dal suo spasimante, ma più lei si allontanava più lui si accostava, cercando di mettersi di fronte al suo viso.
La mano dell’uomo aveva afferrato saldamente la sua, quasi artigliandola con le dita sottili e fredde che, pur essendo anche sudaticce, non le lasciavano scampo.
Joanne era intrappolata fra il divanetto in chintz e l’ammiratore inginocchiato, sentendosi sul punto di scoppiare in una risata isterica o in un pianto dirotto, ben sapendo però che per buona creanza non avrebbe potuto fare né l’una né l’altra cosa.
Nemmeno nel suo peggiore incubo si sarebbe immaginata di finire in quella posizione assurda, ad ascoltare la proposta di matrimonio di Jeremy Meddows, socio in affari di suo padre e più anziano di lei di almeno vent’anni.
 “Mia cara, adorata Joanne, vi ho vista crescere, vi ho guardata divenire ogni giorno più bella e ora che avete raggiunto la maggiore età non ho più alcuno scrupolo a dichiararvi i miei più ardenti sentimenti e la devozione che da tempo nutro per voi…”
Stava veramente dicendo quelle sciocchezze? si chiese la giovane donna. E davvero pensava che lei ci credesse?
“Ho già avuto il consenso da vostro padre, che si è mostrato più che lieto della mia intenzione di sposarvi il prima possibile. Ditemi, mia amata, che è anche vostro desiderio e farete di me l’uomo più felice della terra.”
La pausa che seguì a quelle parole le instillò il dubbio che Mr. Meddows stesse aspettando una sua risposta.
La faccia allungata dell’uomo si fece ancor più vicina e Joanne notò con maggiore chiarezza le rughe che la solcavano, l’aspetto cespuglioso delle sopracciglia grigie e la somiglianza delle labbra pallide e sottili a bucce di limone secche.
La giovane ebbe l’impressione che la voce non potesse uscire dalla sua bocca riarsa e dovette deglutire più volte, cercando disperatamente la frase giusta per rispondere all’affettata richiesta di matrimonio.
“Ecco, signore” cominciò timidamente, con un fil di voce, “io vi sono molto grata per l’onore che mi fate con… con sentimenti così nobili, ma sono dolente nel vedermi costretta a rifiutare la vostra proposta. Non mi sento ancora pronta per il matrimonio e credo che la nostra differenza d’età sia un ostacolo alla felicità di entrambi.”
Non fece in tempo a gioire per la propria diplomazia che Jeremy le scoppiò a ridere in faccia, vanificando ogni suo tentativo di sfuggire alle emissioni fetide della sua bocca.
“Sciocchezze, ragazza mia!” esclamò con un tono molto meno adorante del precedente. “Non fate tanto la preziosa e accettate. Vostro padre ha già cominciato a stilare il contratto di nozze e ho pronta una dispensa per sposarvi entro un mese. La cosa, in pratica, è già fatta. Pensavo lo sapeste.”
Joanne spalancò gli occhi, sconcertata da quella affermazione.
“Già fatta?”
Che cosa ne pensate?

Vi auguro una buona domenica e buone letture,


2 commenti:

  1. Interessant La dama in grigio...ci farò un pensierino...:)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Si, infatti sembra un bel libro! e ha una cover molto bella! *-*

      Elimina

Ogni commento è per me come un pizzico di polvere fatata ... Grazie! ♡

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...