4 ottobre 2014

CHI BEN COMINCIA…| LA MECCANICA DEL CUORE di Mathias Malzieu





Rubrica a cadenza casuale inventata da Alessia di Il profumo dei libri e consiste nel proporre l’incipit di un libro preso a caso dalla mia libreria.


Carissimi Booknerd,
adoro questa rubrica e ho pensato di proporvela anche io, soprattutto perché una delle mie manie da lettrice è quella di leggere sempre la prima pagina dei libri ... se mi piace l'incipit continuo a leggerlo, altrimenti passo. 

Ecco la prima pagina di LA MECCANICA DEL CUORE di Mathias Malzieu



Uno non toccare le lancette.
Due, domina la rabbia.
Tre, non innamorarti, mai e poi mai.
Altrimenti, nell’orologio del tuo cuore, la grande
lancetta delle ore trafiggerà per sempre la pelle,
le tue ossa si frantumeranno,
e la meccanica del cuore andrà di nuovo in pezzi.
________
Il 16 aprile del 1874 nevica su edimburgo. Un freddo cane, fuori del normale, inchioda la città. I vecchi commentano ce potrebbe essere il giorno più freddo del mondo. Il sole sembra scomparso per sempre. Il vento è sferzante, i fiocchi di neve sono più leggeri dell’aria. BIANCO! BIANCO! BIANCO! Esplosione sorda. Non si vede altro. Le case ricordano locomotive a vapore, il fumo grigiastro che esala dai camini fa scintillare un cielo d’acciaio.
Edimburgo e le sue ripide strade subiscono una metamorfosi. Una dopo l’altra le fontane si trasformano in composizioni di ghiaccio. Il vecchio fiume, in genere molto serio nel suo ruolo di fiume, si è mascherato da lago di zucchero a velo che si estende fino al mare. Il frastuono della risacca echeggia come vetri rotti. La brina produce meraviglie ricoprendo di paillette il corpo dei gatti. Gli alberi somigliano a grandi fate in camicia da notte, che distendono le braccia, sbadigliano alla luna e guardano le carrozze slittare su una pista di pattinaggio lastricata.



TRAMA: Nella notte più fredda del mondo possono verificarsi strani fenomeni. È il 1874 e in una vecchia casa in cima alla collina più alta di Edimburgo il piccolo Jack nasce con il cuore completamente ghiacciato. La bizzarra levatrice Madeleine, dai più considerata una strega, salverà il neonato applicando al suo cuore difettoso un orologio a cucù. La protesi è tanto ingegnosa quanto fragile e i sentimenti estremi potrebbero risultare fatali. Ma non si può vivere al riparo dalle emozioni e, il giorno del decimo compleanno di Jack, la voce ammaliante di una piccola cantante andalusa fa vibrare il suo cuore come non mai. L'impavido eroe, ormai innamorato, è disposto a tutto per lei. Non lo spaventa la fuga né la violenza, nemmeno un viaggio attraverso mezza Europa fino a Granada alla ricerca dell'incantevole creatura, in compagnia dell'estroso illusionista Georges Méliès. E finalmente, due figure delicate, fuori degli schemi, si incontrano di nuovo e si amano. L'amore è dolce scoperta, ma anche tormento e dolore, e Jack lo sperimenterà ben presto. Intriso di atmosfere che ricordano il miglior cinema di Tim Burton, ritmato da avventure di sapore cavalleresco, una favola e un romanzo di formazione, in cui l'autore, con scrittura lieve ed evocativa, punteggiata di ironia, traccia un'indimenticabile metafora sul sentimento amoroso, ineluttabile nella sua misteriosa complessità.

  • Editore: Feltrinelli (4 aprile 2012)
  • Collana: I narratori
  • Lingua: Italiano
  • 160 pagine

AMAZON



Vi piace come incipit?
Lo avete letto?

a presto,



2 commenti:

  1. Io l'ho letto quando stavo alle medie e mi era piaciuto molto anche se il finale mi aveva lasciato un po' l'amaro in bocca...
    L'avevo comprato per un'amica perché ero rimasta incantata dalla cover e dalle parole che stavano dietro il libro! Sono curiosa di sapere se ti piacerà! :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Eh sì, la cover è davvero bella! non vedo l'ora di leggerlo ... :D

      Elimina

Ogni commento è per me come un pizzico di polvere fatata ... Grazie! ♡

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...