12 giugno 2014

City of Heavenly Fire by Cassandra Clare (TMI series #6) | a love letter ^_^


City of Heavenly Fire - Cassandra Clare
(The Mortal Instruments series - book 6)
Titolo: City of Heavenly Fire
Autore: Cassandra Clare
Serie: The Mortal Instruments #6
Data pubblicazione: 27 giugno 2014 
Hardcover, 725 pagine


L’ho sognato, desiderato, aspettato, ho controllato maniacalmente lo status del pre-ordine per settimane … e finalmente ecco arrivare il corriere con  il mio prezioso pacchetto !
City of Heavenly Fire con le sue 725 pagine è un libro enorme, che fa gola a tutti i lettori innamorati dei libri-mattone, come me.
Quelle 725 pagine però sembrano un nulla se si pensa che saranno le ultime che racconteranno le vicende dei nostri amati Clary, Jace, Isabelle, Alec e Simon… gli ultimi capitoli che decideranno la loro sorte, dato che nei mesi precedenti l’uscita dell’ultimo capitolo della Serie The Mortal Instruments, l’autrice Cassandra Clare aveva annunciato la morte di 6 personaggi già conosciuti dai lettori, di cui la prima entro il capitolo 5…

Senza girarci troppo attorno… City of heavenly fire è stato meraviglioso! Cassandra Clare ha un modo di scrivere che ti entra nel cuore, lo abbraccia e non ti lascia più.
I suoi personaggi sono indimenticabili e in questo sesto e ultimo capitolo lo ha solamente confermato: riesce a farceli conoscere ancor più a fondo grazie ai molteplici punti di vista che si alternano nel corso della narrazione e a lasciar trasparire quel lato forse più debole (ma anche il più bello) dei singoli personaggi di fronte al vero amore. Ciò che ho apprezzato infatti e di cui avevo sentito il “bisogno” nei precendenti libri, è stata la possibilità di approfondire l’animo dei due fratelli, Alec e Isabelle… così forti, coraggiosi e quasi indistruttibili nelle battaglie contro demoni & co., eppure così teneri e fragili di fronte all’amore (Izzy e Simon…! * sospiro *).
City of Heavenly Fire è stata anche l’occasione per introdurre i protagonisti della Trilogia The Dark Artifice in uscita nell’autunno del 2015 (a questo proposito vi consiglio di leggere la recensione senza spoiler che trovate qui).
__________

***  SPOILER ALERT  ***
___________

Il Prologo è ambientato nell’Istituto di Los Angeles, nel dicembre del 2007: Emma ha 12 anni e si sta allenando insieme al suo migliore amico Julian, quando la quiete è interrotta da Sebastian, che sfonda la porta dell’Istituto e comincia a trasformare con la coppa Infernale gli shadowhunters che trova, in “endarkened” – Shadowhunters “oscuri” e malvagi – che  rispondono solo agli ordini di Sebastian, ignorando ogni legame, non fermandosi neppure davanti a un fratello, figlio o amico.

Il piano di Sebastian è terribile: ha intenzione di assaltare tutti gli istituti sparsi nel mondo, trasformare più shadowhunters che può in Oscuri, per poi usarli come esercito personale ed eliminare dalla faccia della terra i Nephilim, lasciando il pianeta in balia dei demoni.Emma, nonostante la giovane età, dimostra di non lasciarsi spaventare nemmeno da Sebastian in persona, tanto che gli scaglia contro un coltello, mirando al cuore… ma Sebastian non può essere ferito né tanto meno ucciso… dall’attacco all’Istituto di Los Angeles riusciranno a salvarsi solo i bambini.

Nel primo capitolo, invece troviamo Jace (finalmente!) che per controllare in fuoco Celeste sta facendo lezioni di Yoga insieme a Jordan. Li vicino ci sono però anche Clary, Simon, Isabelle e Alec (che controlla maniacalmente il cellulare sperando che Magnus lo chiami!).
Ben presto apprendono la notizia dell’attacco a Los Angeles e l’ordine giunto dal Conclave di evacuare anche tutti gli istituti, compreso quello di New York!
La battaglia tra Nephilim e Shadowhunters oscuri ha inizio e fra tutti, Clary e Jace sono quelli che si sentono più responsabili, perché non hanno sfruttato la possibilità di uccidere Sebastian quando era possibile.

La trama è intricatissima di colpi di scena, battaglie sanguinose, rapimenti e tradimenti: è letteramente impossibile smettere di leggere fino alla fine.

Nulla mi è sembrato scontato o prevedibile e anche in finale è stato bellissimo, niente happy ending forzata e soprattutto ogni tassello alla fine ha trovato il suo posto.

È stato un lungo addio … lungo 725 pagine, in cui Cassandra Clare è riuscita a farmi sorridere (le battute di Jace sono sempre le migliori e anche la piccola Emma – una sorta di Jace al femminile – ha la sua buona dose di ironia!), battere il cuore e piangere come solo Clockwork Princess (recensione qui) aveva saputo fare… ma alla fine, quando finisci di leggere l’ultima parola, scritta sull’ultima pagina, la sensazione che si ha è di una totale leggerezza dell’animo (proprio come Jonathan Morgenstern: “I’ve never felt … so light!).
Davvero un ottimo lavoro, cara Cassie Clare!

Chiudo con il ricordare due scene che ho trovato particolarmente emozionanti: la prima è quella in cui Emma viene a conoscenza della morte dei suoi genitori, e il suo migliore amico Julian le porta Cortana, la spada che viene tramandata all’interno della famiglia dei Carstairs e che ora spetta a lei possedere, in quanto ultima erede. Emma la stringe così forte a se stessa che le sue mani cominciano a sanguinare, ma lei non se ne cura, perché il dolore per essere rimasta improvvisamente orfana è una  ferita ancor più profonda e insanabile.
La seconda riguarda l’incontro di Jace con fratello Zacharia dopo che è stato colpito dalle fiamme del fuoco Celeste: la “cura” che Zacharia aspettava da 130 anni e che gli permetterà di ricongiungersi con la donna che ama e il suo parabatai…un giorno. (vi lascio qui sotto il fumetto che si trova in fondo alla versione australiana e inglese del CoHF )







Credo di aver lasciato un miliardo di scene altrettanto significative, indimenticabili e distruttive a livello emotivo… ma solo leggendo il libro, tutto d’un fiato (e più volte, aggiungo!), è possibile apprezzarle veramente a fondo…


Rating in segnalibri: 

 Amazing +




3 giugno 2014

May Wrap-up | Libri Letti (Maggio 2014)




Nonostante vari impegni con lo studio posso dire che questo mese di maggio è stato piuttosto soddisfacente in fatto di libri! Soprattutto se penso che il fatidico 27 maggio è finalmente giunto e con lui anche l’ultimo libro di Cassandra Clare…

Comunque, questi sono i libri che ho terminato in questo mese, spero possano esservi da suggerimento per le vostre prossime letture e se li avete già letti … aspetto le vostre opinioni!



1 – Allegiant (Divergent book #3) – by Veronica Roth


Allegiant - Veronica Roth
(Divergent trilogy - book #3)



Terzo e ultimo episodio (uscito a ottobre 2013) della trilogia distopica di Divergent: il romanzo è questa volta raccontato da un doppio punto di vista, quello di Beatrice (Tris) e Tobias (Four), che dovranno fare i conti con la consapevolezza che il mondo che hanno sempre conosciuto non è altro che frutto di un esperimento. La voglia di capirne di più e scoprire quale sia effettivamente lo scopo dei Divergenti, li spingerà ad andare oltre la recinsione e a confrontarsi con una situazione se possibile ancora più complessa rispetto a quella all’interno della loro Città.
I primi due libri mi sono piaciuti molto, scorrevoli e avvincenti e con quel romanticismo non troppo “smielato” (lasciatemi il termine!) che ti fa divorare i libri in pochi giorni; Allegiant purtroppo non è così… forse mi aspettavo qualcosa in più dal “mondo fuori” che effettivamente non c’è stato e nemmeno la spiegazione data all’esistenza dei Divergenti non mi ha soddisfatto a pieno. Tuttavia l’ho trovato carino e qualche lacrimuccia l’ho pure versata nel finale… va bene, diciamo un fiume di lacrime! Resta comunque il fatto che tra i 3 è quello che preferisco di meno. 
Voto: 3 ½



2 - Che animale sei? –   Paola Mastrocola

Che animale sei? - P. Mastrocola

Questo delizioso libricino mi è stato regalato per il compleanno da una cara amica. È una di quelle fiabe che si possono/dovrebbero leggere a tutte le età.
La tematica principale è la scoperta di sé stessi, la ricerca del proprio spazio nel mondo e della propria “forma”, nonostante l’ordine pre-costituito. È divertente rintracciare nelle varie specie di animali, che la Paperella protagonista incontra nel corso della sua esistenza, le varie tipologie di persone che tutti conosciamo: ne emerge una sottile critica della chiusura mentale di molti strati della società che spesso  non vedono oltre il proprio naso.
Voto: 3



3 – Il buio oltre la siepe -  by Harper Lee


Il buio oltre la siepe - Harper Lee
In una cittadina del sud  degli Stati Uniti l’avvocato Atticus è incaricato di difendere l’afroamericano Tom Robinson dall’accusa di violenza carnale. Nel corso del processo sarà dimostrata la sua innocenza, ma i pregiudizi raziali non lo salveranno dalla condanna a morte. La vicenda è raccontata dalla piccola Scout, la figlia di Atticus, la cui voce ripercorre molti ed altri episodi vissuti durante la sua infanzia, con una ingenuità e purezza che spesso mettono in evidenza l’ottusità di certi atteggiamenti e convinzioni, di alcuni degli adulti che le gravitano intorno, nei confronti del diverso.
Il romanzo vinse il Premio Pulitzer nel 1960.
Voto: 5

4 - City of Heavenly Fire (TMI series book #6) - by Cassandra Clare
City of Heavenly Fire - Cassandra Clare
(TMI series - book #6)

Sesto e ultimo capitolo della serie degli Shadowhunters - “The Mortal Instruments”, uscito negli USA e in UK il 27 maggio 2014.

L’ho desiderato, sognato, atteso impazientemente … e finalmente ce l’ho tra le mani e (purtroppo) finito di leggere!  Non starò qui a dilungarmi perché inserirò a breve una recensione (qui). Per ora posso solo dire che ne sono entusiasta, l’unica “delusione” è sapere che è finita, che non rivedremo Jace, Clary, Isabelle e Alec se non in qualche cameo nei prossimi libri della Clare. Ok sono già in astinenza … Sigh! 
Voto: 5


Con questo è tutto, 
Buona Lettura Bookworms!


Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...